Introduzione a Java

Iniziamo la serie di tutorial su Java facendo una panoramica del linguaggio.

Storia Linguaggio Java

Java è stato realizzato negli anni '90 da un team di sviluppatori coordinati da James Gosling alla Sun Microsystems. Con l'avvento di Internet inizia a farsi conoscere come il linguaggio orientato allo sviluppo per la rete.

Nel 1995 Java viene annunciato ufficialmente a SunWorld, un anno dopo esce The Java Language Specification il documento che definisce il primo standard Java.

Nel 2007 Sun Microsystems rilascia Java sotto licenza GPL, rendendolo un linguaggio di programmazione libero. Sette anni dopo, nel 2014 Java è il linguaggio di programmazione più usato al mondo.

James Gosling

Applicazioni moderne di Java

Java è il linguaggio nativo per la programmazione dei dispositivi Android, si può dire quindi che tutte le app in questo linguaggio.

Java viene attivamente usato nello sviluppo web con i framework Java EE o Spring, buona parte dei siti della PA italiana usano queste tecnologie.

Fino a qualche anno fa, Java andavo forte anche nello sviluppo di software dekstop: è il caso di Minecraft, VLC Media Player e JDownlader.

Caratteristiche Linguaggio Java

Java utilizza il paradigma della programmazione ad oggetti, cioè il raggruppamento di funzioni e attributi in una zone circoscritte chiamate classi.

Il linguaggio nasce anche con l'obiettivo di essere indipendente dalla piattaforma sul quale gira, quindi un programma in Java compilato su Linux, funziona senza problemi su Windows, Linux, Android, anche sul frigorifero se avete quello smart. Questo è possibile grazie alla JVM una macchina virtuale gestita dal sistema operativo sul quale vengono eseguiti i programmi in Java.

Linguaggio Java Scuola

Quando venne sviluppato Java, si pensarono 5 principi che il linguaggio doveva rispettare: il primo di questi è "semplice, orientato agli oggetti e familiare".

Java è semplice e familiare, trascurando gli oggetti è identico a C e C++; Diventa quindi un ottimo mezzo per insegnare la programmazione ad oggetti a studenti che hanno già visto il C, concentrandosi di più sulla teoria del paradigma che sulle caratteristiche del linguaggio.

© Nicola Bovolato 2020